Home ] Meteo ] Oroscopo ] In Giardino ] In Cucina ] In Viaggio ] Pubblicità ] 


 

Home


LA REPUBBLICA DI SAN MARINO

 

DATI  Estensione 60,57 kmq; popolazione 23.600.

STORIA  La tradizione vuole che la più antica Repubblica d'Europa sia sorta intorno alla metà del sec. IV d.C. a opera di uno spaccapietre di origine dalmata, Marino: costui con l'approvazione del vescovo di Rimini, Gaudenzio, avrebbe raccolto sul monte Titano alcune famiglie cristiane in una comunità religiosa e civile che dopo aver messo a coltura il terreno circostante formò un paese che prese il nome dal suo santo fondatore.

Fortificatasi contro i Saraceni e i Normanni con la costruzione di tre rocche e ordinatasi a Comune sin dal sec. XI, nel 1253 la popolazione di San Marino appare retta dai consoli dell'Assemblea dei capifamiglia o Arengo. Con l'aiuto dei duchi di Urbino, della Repubblica di Venezia e di Firenze, i Sanmarinesi resistettero agli attacchi di Sigismondo Malatesta (1440-50), ingrandirono il proprio territorio con l'annessione dei castelli di Fiorentino, Faetano, Montegiardino, e Serravalle, concessi loro dal papa PioII (1463), e scelsero di essere governati da un Gran Consiglio costituito da venti nobili, venti borghesi e venti contadini; nel corso dei secoli successivi il Gran Consiglio si trasformò però in un'oligarchia di quarantacinque nobili. A parte il breve dominio di Cesare Borgia, la Repubblica di San Marino mantenne l'indipendenza che fu riconosciuta anche da Napoleone nel 1797, dal Congresso di Vienna nel 1815 e da Pio VII nel 1817. Durante il risorgimento vi trovarono rifugio molti patrioti italiani tra cui Garibaldi che nel 1849 vi sciolse la sua legione romana. Sottoposta dopo il 1923 al regime fascista, la Repubblica fu danneggiata dai bombardamenti alleati  del 1943-44.

DA VEDERE  La cittadina di San Marino mantiene in gran parte l'aspetto medioevale, con notevoli resti di tre cinte di mura concentriche (sec. XII-XVI) sormantate da tre torri: la Rocca o Guaita (sec. XV), il Montale (sec. XIII)